In montagna con Hans Kammerlander

In giro con un grande della montagna

Cosa fa un alpinista estremo quando non è impegnato in qualche scalata? Hans Kammerlander, nato, cresciuto e ancora residente ad Acereto, in alto sui tetti di Campo Tures, ha visto molte montagne nel mondo. Ha preparato il suo zaino per affrontare quaranta spedizioni. Ha scalato dodici dei quattordici ottomila e, per primo, ha affrontato i Seven Second Summits, cioè le sette seconde cime più alte di tutti i continenti, perché le più alte del mondo gli sembravano troppo affollate. Ha compiuto più di 2.500 scalate, 60 di sesto grado in solitaria e 50 prime ascensioni su imponenti pareti. E cosa fa il turista in una piccola regione montuosa in cui Hans Kammerlander oggi è tra i personaggi più famosi? Naturalmente fa trekking, alpinismo, arrampicata, escursioni fino agli alpeggi, sulle cime e ai rifugi situati in luoghi meravigliosi. Si sofferma sulle rive di bellissimi laghi alpini e vivaci torrenti. L’Alto Adige è la patria dell’escursionismo e le Valli di Tures e Aurina sono tra le più belle mete escursionistiche di tutto l’Alto Adige.

 

Incontri in montagna
Tra Picco Palù ed il Jasemba

Hans Kammerlander, vicino di casa ed amico del Naturhotel Moosmair, vi accompagnerà in tour davvero unici. Scoprite con lui il fascino delle Valli di Tures-Aurina ed il mito della montagna. Potrete inoltre ascoltare le interessanti storie sulla sua vita e le sue avventure.

Ho visto molte montagne, massicci davvero imponenti,
ma le più belle restano sempre le cime di casa, qui a portata di mano.
H. Kammerlander
Hans Kammerlander
Di casa sulle montagne del mondo